Come procedere

 


Back to Table of Contents

Non dimenticate mai che ogni progetto telematico ed ogni unità del vostro teleprogetto richiede un certo numero di attività di base che esigono una programmazione accurata.

1. In classe
Bisogna innanzitutto introdurre il tema della lettera che verrà trattata. Discutete l'argomento con gli alunni, poi decidete insieme quali sono le attività necessarie per scrivere questa lettera e quali le attività preparatorie.

2. Scrivere la lettera
Gli alunni scriveranno una bozza, su carta o con programma per testi ( Word). Successivamente correggerete la lettera secondo i criteri fissati precedentemente con il vostro collega.

3. E-mail
Le lettere degli alunni sono spedite per e-mail. Potete copiare il testo nell'email oppure allegare la lettera alla vostra email  (vedi Lettera Introduzione).

Se vi sono difficoltà nella spedizione telematica, non dimenticatevi che potete sempre fare ricorso alla posta ordinaria!!

4. Conferma
Aspettate la conferma del ricevimento dell'e-mail dal vostro collega.

5. Attività fra i partner

La scuola partner seguirà lo stesso schema e preparerà le  proprie lettere. Gli alunni rispondono alle lettere che hanno ricevuto.

6. E-mail
La scuola partner invia le proprie lettere.

7. Conferma
Invierete un messaggio per confermare l'arrivo delle lettere.

8. Lettura
Gli alunni leggono la lettera ricevuta.

9. Attività presso la scuola.
Introducete un nuovo tema, gli alunni rispondono alle domande del loro partner e ne aggiungono delle nuove e …......
… il  ciclo ricomincia. 

Valutazione

È estremamente importante valutare il progetto durante e dopo, con i vostri alunni ed il vostro collega.

  • Ad ogni invio delle lettere, informatevi reciprocamente dello sviluppo del progetto aggiungendo un piccolo commento.

  • Potete sempre inviare dei messaggi nei quali descrivete lo svolgimento delle attività od i problemi che incontrate. Se ci sono dei cambiamenti da ciò e era stato stabilito in precedenza, ne potete discutere nei messaggi ( che si tratti di spostamento di tempi di consegna, di  date, di temi da trattare o meno).

  • Potete decidere di svolgere alcuni temi in modo più approfondito o meno (come nel caso della lettera 8 che è stata suddivisa in 8a “La mia città/la mia regione” e 8b “La mia nazione” per permettere una maggiore flessibilità nello svolgimento del tema).

  • Può succedere che un alunno diligente abbia come partner uno studente che si accontenta di scrivere lettere molto corte e sintetiche. Non esitate a cambiare il partner in modo che lo scambio sia più equilibrato.

  • È consigliabile una valutazione finale. Una valutazione via mail è possibile: consultare a questo proposito i siti di European Schools Project ( www.europeanschoolsprojects.org/image) e Goethe Institut (http://www.goethe.de/ins/pl/lp/prj/bld/deindex.htm) dove sono disponibili modelli per l'autovalutazione (sia per gli alunni come per gli insegnanti).

  • Gli insegnanti e gli alunni possono valutare il progetto anche durante il suo svolgimento. Suggerimenti, domande ed idee contribuiranno al miglioramento della qualità del progetto stesso.

 

Una Regola d'Oro!

Il « postino elettronico » è un mezzo di comunicazione fantastico. Ma ci sono alcune regole da rispettare per un utilizzo che possa considerarsi riuscito, soprattutto nell'insegnamento.
È per questo che la Regola d'Oro Nr. 1 di ESP è rispondere, rispondere sempre!
Non c'è nulla di più frustrante che non sapere dove è arrivato il vostro collega o la mancanza di contatto per e-mail.
È quindi assolutamente indispensabile informare il vostro partner per e-mail, fax o telefono dei motivi del “silenzio elettronico” che si spera sia provvisorio. 

Qualche consiglio utile

  1. Prima di cominciare bisogna essere certi di poter disporre di un numero sufficiente di computer e del tempo necessario per realizzare il progetto. Avrete bisogno, ma è ovvio, di un indirizzo e-mail.

  2. Se non siete effettivamente al corrente di come utilizzare il materiale, chiedete spiegazioni a qualcuno. Gli studenti vi faranno numerose domande e dovrete affrontare differenti problemi.

  3. Con il vostro collega potrete anche decidere quale è il numero minimo di parole previste per ogni lettera. E' poco motivante ricevere dei messaggi stringati e sintetici quando ne sono stati inviati di lunghi e dettagliati.

  4. Preparate uno schema per l'invio delle email:

  • Comunicate il più presto possibile le date delle vacanze

  • Indicate quanti messaggi/lettere volete inviare e ricevere.

  • Non prevedete uno schema troppo rigido, perché ci sono sempre eventi inaspettati durante un anno scolastico.

  • Mettetevi d'accordo sullo schema per l'invio dei messaggi.

  • Utilizzate la pagina « Dettagli » per la registrazione delle informazioni e degli avvenimenti.

  1. Prima di cominciare è utile discutere quali saranno i criteri per la correzione.

Una lettera dovrebbe almeno poter essere compresa, ma un livello più alto di correzione grammaticale dovrebbe essere previsto

6.  Non è indispensabile utilizzare tutti gli argomenti. E' consigliabile utilizzare sempre gli argomenti 1 e 5. Potete aggiungere eventualmente le lettere 6 e 9 o una dei due.

Il tema 10 è sempre l'ultima lettera!

7.  Dopo aver formato le coppie, fate una lista con i nomi dei vostri studenti e dei loro partner ed inviatela al vostro collega.Prevedete anche cosa farete nel caso di assenza di un vostro alunno.

8.  È molto importante disporre dell'indirizzo, numero di telefono e fax della scuola con la quale comunicate. A volte la comunicazione e-mail può non funzionare ed è essenziale poter contattare il vostro collega in un altro modo, così come per la spedizione delle lettere.

9.  Può essere utile scorrere con gli alunni tutti gli argomenti proposti nel progetto. Così sapranno qual è l'argomento sul quale dovranno scrivere e qual è lo scopo del loro lavoro.

10.  Dopo il primo argomento è possibile aggiungere qualche informazione personale. Ma naturalmente per i principianti sarà sempre necessario utilizzare la struttura indicata per lavorare in modo completo e chiaro.

11.  Spiegate agli alunni, se aggiungono delle informazioni personali, di evitare riferimenti agli argomenti che saranno trattati successivamente.

12.  La lista delle parole e delle frasi non è sicuramente completa. Ne potete sempre aggiungere di nuove e utili per la vostra classe.

13.  Fate delle copie dei messaggi inviati e ricevuti. Chiedete agli studenti di conservare le lettere in un raccoglitore, creare una cartella nel computer o conservatele voi stessi.

14.  Ad un certo punto gli alunni potranno voler inviare loro foto e dei poster, depliant, etc. Natale è un buon momento per questo tipo di attività: potranno inviare cartoline, depliant e cartine. Tutti devono però contribuire.  Potranno fare foto della scuola e dei loro compagni in diversi luoghi della scuola. Anche un video potrebbe essere interessante. Scrivere una piccola sceneggiatura o commento renderà l'attività ancora più interessante. Ricordatevi comunque di far chiedere sempre l'autorizzazione dalla vostra scuola alle famiglie in base alle norme della privacy vigenti  nel vostro Paese.

15.  Quando riceverete delle foto o un video, cercate di canalizzare le reazioni degli alunni. Può darsi che alcuni di loro  immaginino il proprio partner in modo completamente differente.

16.  Le lettere 5, 6 e 7 sono svolte sotto forma di questionario. Le risposte forniscono molti dettagli personali. Le due classi risponderanno in contemporanea, quindi non è necessario attendere una risposta. E' quindi più semplice inviare i messaggi nello stesso periodo di tempo.

17.  Gli alunni possono cominciare la loro lettera quando deciderete sia il momento opportuno e la possono elaborare secondo lo schema dato. Possono aggiungere dei dettagli personali dopo aver ricevuto la lettera del loro partner e questo vi fornirà del tempo per rispettare i tempi previsti.

18.  Cercate di stabilire una buona relazione con il vostro collega scrivendogli regolarmente. Ciò faciliterà e motiverà entrambi per la buona riuscita del progetto.

19.  Mettetevi d'accordo con il vostro collega per sapere se autorizzate i vostri alunni ad inviare i propri indirizzi e numeri di telefono. Purtroppo talvolta possono capitare episodi spiacevoli.

20.  Confermate sempre l'arrivo dei messaggi.

21.  Valutate il televiaggio e decidete insieme se volete continuare il progetto l'anno successivo.
 

NB: Per rendere più scorrevole la lettura dei documenti per l'insegnante, si è preferito ricorrere unicamente ai termini il partner, il collega, l'alunno, lo studente,… piuttosto che lo/la… studente/studentessa…

Con la forma scelta si fa riferimento naturalmente a persone di entrambi i sessi.